Chi siamo - Makkekomiko

Title
Title
Vai ai contenuti

Chi siamo

  
XIV° anno!

IL LABORATORIO SPETTACOLO
DOVE C'E' LA COMICITA' PER DAVVERO!

CHE COS'E'

Il Makkekomiko è un laboratorio di scrittura comica per professionisti nato quattordici anni fa dalla mente di Alessandro Mago Mancini, che dopo l'esperienza pluriennale con Serena Dandini nel gruppo della
Fattoria dei Comici, ha sentito il bisogno di creare un luogo dove lui per primo potesse condividere con
altri comici l'esperienza creativa di nuovi testi e nuove battute. E' soprattutto un modo nuovo e diverso di pensare la comicità. Il pubblico entra in teatro, si siede, ride alle battute, partecipa e magari ne dice di sue. Non c'è quarta parete, ma un unico palco che va dall'ingresso ai camerini.

DOVE

Si trova all'Accento Teatro, a Roma, in via Gustavo Bianchi 12a, nel quartiere Testaccio...

QUANDO

Tutti i martedì i comici si incontrano alle quattro del pomeriggio all'Accento Teatro, per provare lo spettacolo.
Alle nove è tutto pronto per andare in scena ed avere un immediato riscontro con il pubblico.
Negli anni tanti sono i comici che lavorando al Makkekomiko, hanno potuto creare nuovi personaggi ed
ampliare il loro repertorio fino ad arrivare ad una sicurezza ed una forza comica dirompente, tale da essere
apprezzata anche in programmi televisivi e radiofonici. La promessa e la sfida del Makkekomiko è di continuare sempre a divertire il pubblico, che viene ogni volta alla stessa ora, sicuro che anche quella sera non rimpiangerà di essere rimasto a casa, a fare zapping col telecomando davanti al microonde.

PERCHE'

Perché lo facciamo?
Perché far ridere è una missione difficile e a noi le missioni ci fanno ridere, soprattutto quelle difficili!
E' inutile dirvi che se vi sentite tristi e giù di morale il Makkekomiko è il luogo giusto per stare meglio, ma noi ve lo diciamo lo stesso, il Makkekomiko è il luogo giusto per qualsiasi cosa.


RASSEGNA STAMPA


La sede dei nostri spettacoli
è presso l'Accento Teatro,
in via Gustavo Bianchi 12a
nel quartiere Testaccio di Roma.
Torna ai contenuti